Fondo di beneficenza ed opere di carattere sociale e culturale

Banca Intesa, attraverso il Fondo di Beneficenza, intende sostenere progetti che hanno come riferimento la solidarietà, l’utilità sociale e il valore della persona. Gli interventi sostenuti devono perseguire finalità ambientali e sociali, assistenziali, educative e culturali, di ricerca scientifica, di valorizzazione delle arti e dei mestieri.

Fondo di Beneficenza, quali sono gli obiettivi?

Attraverso le Linee Guida 2019-2020, il Fondo intende contribuire a dare risposta ai bisogni sociali, senza sostituirsi all’operato del settore pubblico, ma proponendosi di integrare le iniziative avviate da enti non profit attraverso il supporto a progetti di medie e piccole dimensioni che tentano di dare una risposta a problemi non sufficientemente affrontati con i tradizionali strumenti di welfare. L’azione del Fondo nel periodo 2019-2020 non solo contribuirà alla realizzazione degli obiettivi sociali del Piano d’Impresa della Banca, ma si prefigge di contribuire al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile fissati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Quali sono gli ambiti di intervento?

Il fondo agisce in 4 aree tematiche con focus specifici per il biennio 2019 -2020.

  1. Area Sociale: il focus è su “Povertà educativa e dispersione scolastica”, “Violenza sulle donne e i minori” e “Demenza senile”;
  2. Area culturale: sono sostenuti progetti che si qualificano per gli aspetti sociali e che sono, quindi, rivolti alle persone con insufficiente disponibilità economica e ai soggetti fragili ed emarginati;
  3. Area religiosa: sono sostenuti progetti di enti religiosi improntati su una visione solidaristica e di centralità della persona quali iniziative di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale a beneficio di soggetti svantaggiati e ai margini della società;
  4. Area ricerca: sono sostenuti progetti di ricerca (in qualunque settore delle scienze e della tecnologia) che hanno come fine il miglioramento della vita degli individui, risolvendo gravi problematiche o rispondendo a bisogni emergenti.

 

Budget e scadenza

Le richieste di contributo si distinguono in:

  • Liberalità territoriali: contributi fino a 5.000,00 Euro;
  • Liberalità centrali: contributi superiori a 5.000,00 Euro.

 

Per richieste di contributi superiori ai 100.000,00 Euro si devono prevedere il monitoraggio e la valutazione esterna delle attività e dei risultati conseguiti a cura di una delle Istituzioni universitarie individuate dal Fondo.

Nella scelta delle proposte non viene seguito un ordine cronologico, ma viene data priorità alle richieste con la migliore articolazione progettuale, i risultati e l’impatto sociale più significativi e con un attento ed efficace utilizzo delle risorse.

I progetti possono essere presentati durante tutto l’arco dell’anno ma è consigliabile inviarli entro i primi giorni di settembre. Ad essere sostenuti principalmente interventi della durata di un anno.

Per maggiori informazioni, consultare direttamente la pagina delle linee guida. Per accedere alla piattaforma dove presentare la domanda cliccare qui.