fbpx
 

#buonaidea #lascuoladeiquartieri #lodicorvettorogoredo

Uno spazio per tutti, il palco dove dare voce alla propria identità

Le persone hanno il bisogno di dare voce al proprio talento, molti faticano a realizzare i propri sogni. Vorremmo creare uno spazio polifunzionale con studio recording e palcoscenico. “Uno spazio per tutti”, dove poter e imparare diverse arti (arte della musica, della magia, del teatro). Il nostro obiettivo è dare voce alla propria identità culturale di appartenenza ed essere riconosciuti come risorsa nel quartiere e non come ostacolo. Pensiamo che in alcune situazioni la presenza di un adulto, un’associazione o qualche diversivo ad accompagnare alla non noia possa salvare molti ragazzi. Noi stessi nella nostra adolescenza siamo stati salvati dalla musica. Oggi siamo musicisti, produttori artistici nel campo della musica, della prestigiazione e docenti musicali di musicoterapia.

 

Qual è la vostra storia?

Siamo musicisti con una formazione musicale accademica, abbiamo composto, arrangiato e suonato con diversi artisti nel panorama discografico (Casino Royale, Sottotono, La Pina, Gemelli Diversi, Elisa, Tricarico, La Cruss, Gianluca Grignani, Ritmo Tribale e molti altri) e per note case discografiche Universal, Epic, Sony ,Polygram, BMG e Warner. Siamo anche docenti in didattica della musica, propedeutica, e di musicoterapia.

 

Come è nata l’idea di Uno spazio per tutti?

Durante la nostra adolescenza la musica ci e venuta in soccorso. Siamo stati fortunati perché grazie a questa passione siamo riusciti a non cadere nella noia di quei tempi, schivando le droghe pesanti che hanno portato via molti nostri coetanei. Pensiamo che se solo ci fosse stato un adulto, un’associazione o qualche diversivo a giustificare la non noia, molti di quei ragazzi si sarebbero salvati.

 

Che cosa vi state portando a casa dal percorso di formazione avanzata?

Sicuramente l’entusiasmo dei docenti nel donarci la loro sapienza in materia progettuale. Abbiamo imparato ad analizzare il nostro progetto, mettendo i nostri pensieri su carta, realizzando il piano d’azione e quello degli investimenti. Grazie ad esercizi vari, abbiamo appreso più a fondo le esigenze del quartiere Corvetto.

 

Che impatto vorreste che Uno spazio per tutti avesse su Corvetto?

Corvetto è abitato da etnie diverse con tante differenze culturali. La nostra idea progettuale vuole fungere da catalizzatore attraverso il quale le varie culture possano convergere e confrontarsi, dando voce alla propria identità culturale di appartenenza per essere riconosciuti come risorsa nel quartiere e non come ostacolo.

Category
1. Corvetto e dintorni, Buonaidea